Castelli Calepio – Benini verso il The End “Preferisco andare a casa che fare compromessi. Non ho i numeri. Ma non tratto. Chiari? Un bambinone”

Giovanni Benini stavolta i numeri non li ha. E per la prima volta sembra rassegnato. La chiusura del mandato sembra davvero dietro l’angolo. Nessun compromesso. Nessun tentativo di ripescare altri membri del consiglio comunale che sono su altre sponde (il gruppo di Flavio Bizzoni), niente di niente e nessuna mediazione coi partiti, e per partiti si intende Lega: “Io sono così, mi hanno votato per come sono e se mi mandano a casa lo fanno per come sono. La gente è con me e io non tradisco la gente facendo compromessi con chi non è stato eletto”. Benini è nudo, nel senso del Re. Ma va avanti così: “Fammi dire una cosa, la smettano di tirare fuori la questione Clementina Belotti, le cose vanno fatte per legge e io non mi pento di nulla e la smettano di fare i professori sui social network pretendendo di dare lezioni di democrazia a tutti, si candidino invece di fare i leoni da tastiera. Per quel che riguarda invece Massimiliano Chiari, che è in minoranza e non perde occasione per criticarmi sempre sui social network, io non ho nulla contro di lui, fa il suo mestiere, dico solo che è un bambinone. Lo dimostra ogni giorno”. Benini sta per andare in giunta, l’ennesima giunta che rischia di essere una delle ultime: “Ma io finchè sono sindaco vado avanti per la mia strada, e la questione voragine sulla strada l’abbiamo risolta in due giorni, se aspettavamo la Provincia saremmo qui ancora…”…

SUL NUMERO IN EDICOLA