CASTELLI CALEPIO Benini:“Tutto finito ma a giugno mi ripresento con una lista civica senza partiti. Rossi ci ha venduto…”

aristea canini

Giovanni Benini. The End. Siamo ai titoli di coda. Manca solo l’ufficialità con il consiglio comunale sul bilancio e poi sarà definitivo. E stavolta anche lui sembra rassegnato. Lo avevamo scritto nell’ultimo numero con un’intervista dove per la prima volta Benini aveva perso la sua proverbiale verve e aveva parlato di resa: “Non dipende più da me e in ogni caso io non faccio compromessi con nessuno, non li ho mai fatti, piuttosto vado a casa”. E così sarà. Salvo imprevisti. Che stavolta sembrano davvero difficili da esserci. E Benini guarda avanti, lui che la scorsa volta aveva dichiarato di non voler più ripresentarsi con una lista politica, e così sarà: “Ma io da solo potrei candidarmi” e l’impressione è che lo farà: “Si voterà a giugno, io un gruppo di gente libera e che ha nel cuore Castelli Calepio e non le logiche politiche ce l’ho, poi si vedrà. Di coalizioni di partito non ne voglio più sapere”. Con la Lega sei ai ferri corti ma con Forza Italia e Paolo Franco avevi un buon rapporto: “Ce l’ho ancora, Forza Italia è sbalordita per quello che sta succedendo, così come sono sbalordito io, vado avanti per la mia strada e loro lo sanno come la penso, io preferisco essere libero e muovermi per il bene del paese. In questo mandato abbiamo fatto cose egregie, sono sotto gli occhi di tutti, ma piuttosto che guardare quelle, qualcuno preferisce buttarla sullo scontro politico e personale…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 MARZO