CASTELLI CALEPIO – La resurrezione di Benini “Rifaccio la Giunta”. Emanuele Rossi: strappo con la Lega. Pagani: “Quella poltrona cara a qualcuno…”

Giovanni Benini risorge giusto sotto Pasqua, paragone sicuramente azzardato, ma lui guascone sorride soddisfatto: “Tutti aspettavano il bilancio per farmi saltare, il bilancio è stato approvato e io non sono saltato. A saltare è stata la… Lega” che ha lasciato la maggioranza, e sulla carta i numeri bastavano e avanzavano per mandare a casa Benini ma niente da fare, perché alla fine Emanuele Rossi, sulla carta leghista, la tessera ce l’ha ancora, non ubbidisce agli ordini di scuderia e rimane fedele a Giovanni Benini, che a questo punto avendo surrogato l’ex sindaca Clementina Belotti con un consigliere che lo appoggia va a 7 contro 6 e, per ora, rimane in sella: “Dovresti farmi una vignetta con me sul mio cavallo, di nuovo in sella – commenta Benini – lo sai che io ho avuto un cavallo per 35 anni?”.

Rimescolamento di deleghe e si riparte: “Al posto di Cristian Pagani che è uscito diventa assessore Fiorenzo Falconi, che ha la delega alle manutenzioni e alle frazioni. Emanuele Rossi  rimane invece, anche se leghista, è vicesindaco, ha la delega ai servizi sociali e ora riprenderà anche quella al Patrimonio che aveva lasciato. Pieremilio Pagani ha la delega, in questo caso non assessorato, al bilancio. E poi Nadia Poli, in quota Forza Italia, tiene l’assessorato alla scuola, cultura e istruzione, io invece tengo quello ai lavori pubblici e all’urbanistica”. ..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 APRILE