CHIUDUNO – Non c’è pace per il Rock in Rili. Suonano nonostante il lutto

Non c’è pace per il Rock in Rili, dopo la ‘cacciata’ dello scorso anno da parte degli alpini dal parco, frattura rimarginata proprio quest’anno, ora sono i residenti che vivono attorno al parco a lamentarsi proprio per la zona scelta per fare la festa. Insomma, nel centro storico musica e residenti non sembrano andare d’accordo. A lanciare il classico sasso nello stagno dei social è Roberto Villa che scrive la sua lamentela per la musica sparata dal parco verso i condomini della zona, ma soprattutto durante i giorni di festa sua nonna è morta ma la festa non si è fermata. Probabilmente gli organizzatori non sapevano della situazione della signora, sta di fatto che Villa sottolinea anche questo aspetto: “Sono belle le feste e probabilmente è bello anche il Rock in Rili. Anche a me piace stare in compagnia, bere un bicchiere e godermi della buona musica.

Sul numero in edicola da venerdì 14 settembre