LA RISPOSTA A BRUNO GOISIS (COOPERATIVA RUAH) – LA LEGA SUL CASO VILLA JESUS: “Più che accoglienza è stata sopportazione. Parlano i fatti: 13 profughi allontanati e un arrestato”

Non si fa attendere la risposta leghista alle dichiarazioni di Bruno Goisis, presidente della cooperativa Ruah, che sullo scorso numero di Araberara aveva annunciato il trasferimento dei migranti ospitati a Villa Jesus e la conseguente chiusura della struttura. Dall’estate 2015 l’edificio di proprietà della parrocchia delle Grazie di Bergamo, situato a ridosso del centro di Castione, accoglie alcune decine di richiedenti asilo, inizialmente una trentina, saliti presto oltre quota cinquanta, attualmente 37. Ora, con il drastico calo degli sbarchi di migranti sulle coste italiane, le cooperative che vedono diminuire il numero di richiedenti asilo da gestire stanno procedendo alla chiusura di alcune strutture destinate all’accoglienza. Ivi compresa Villa Jesus. Al netto della soddisfazione per la notizia, Fabio Ferrari, segretario della sezione castionese della Lega nord, ci tiene a replicare alle dichiarazioni di Goisis…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 14 SETTEMBRE